Il brodetto più buono d’Italia si gusta in Abruzzo. E’ il responso della Finale Nazionale del “Festival del Brodetto dell’Adriatico”, svoltasi al ristorante “Al Vecchio Teatro” di Ortona, che ha visto meritatamente sugli scudi la storica trattoria di Vasto “Zia Albina” con lo chef Matteo Crisanti, premiato dall’accademico della cucina Mimmo D’Alessio, dal presidente del Movimento Turismo del Vino Nicola D’Auria, dall’Assessore Cristiana Canosa e dal promotore dell’evento Armando Carusi. Il vincitore ha preceduto nell’ordine le Marche con il più giovane cuoco in gara Leonardo Marcotullio, appena 20 anni, del ristorante “Caserma guelfa” di San Benedetto del Tronto, e la Puglia con Francesco Sciusco del ristorante “Portento” di Barletta. La commissione, composta da illustri personaggi del settore enogastronomico come Santino Strizzi, Angelo Allegrino, Franca Minnucci, Anna Rossi, Anna Savini, Fabrizio Giasante e Franco Di Iulio, ha assegnato il premio della giuria “Angelo Chiavaroli” al Veneto con Vincenzo Di Donato del ristorante “Malto & altro” di Treviso,ed i premi della critica “Pasquale Pacilio” al Molise d Rosario Di Paolo del ristorante La Casareccia di Termoli e all’Emilia-Romagna con Gianni Greco del ristorante “Laura” di Rimini. I brodetti sono stati accompagnati dai grandi vini firmati Fantini e Dora Sarchese di Ortona. L’evento si è aperto con la degustazione di gustosi cocktail preparati da Leonora Carusi e Josè Luiz e si è conclusa in dolcezza con le tipiche nevole, dolce tipico della città di Francesco Paolo Tosti. Ospite d’onore della manifestazione la campionessa italiana della cucina Maria Angelucci che ha deliziato i presenti con uno dei suoi piatti forti come Le tagliatelle alla boscaiola. L’evento è stato supportato dalla Zanussi Electrolux Di Iulio Franco di Silvi e dalla “Delizie D’Abruzzo” di Fabrizio Giansante di Pescara. “Uno spettacolo tra tradizione e innovazione-ha riferito al termine Armando Carusi- per un piatto che continua ad essere il simbolo della marineria italiana. Il successo dell’Abruzzo è stato meritato anche se tutti i concorrenti sono stati davvero all’altezza della situazione”.